L’app inutile che sta spaccando il web e che fa salire le azioni

Negli ultimi mesi l’app ZAO, sviluppata in Cina, ha spaccato il web grazie alla tecnologia di intelligenza artificiale che utilizza per creare video deepfake. Nonostante l’app sia stata accusata di violazione della privacy, molti utenti hanno scaricato ZAO solo per il gusto di creare video in cui il loro volto viene sostituito a quello di attori famosi o personaggi storici.

Ma cosa c’entra questa app inutile con il mondo finanziario? In realtà, ZAO ha un legame diretto con il mercato azionario, almeno in Cina.

Nell’agosto del 2019, la società di tecnologia Momo ha acquisito ZAO per una somma di circa 300 milioni di dollari. L’acquisizione ha fatto aumentare il prezzo delle azioni di Momo del 12% in un solo giorno.

Ma non è finita qui. Grazie all’enorme successo di ZAO, l’app ha aumentato la visibilità di Momo e la sua quota di mercato nel settore dell’intrattenimento digitale. Ciò ha portato a un ulteriore aumento del prezzo delle azioni di Momo, che hanno registrato un aumento del 45% dall’acquisizione di ZAO ad oggi.

In altre parole, l’app inutile ZAO non solo ha spaccato il web, ma ha anche portato profitti significativi per la società di tecnologia che l’ha acquisita.

Certo, questo non vuol dire che ogni app inutile avrà lo stesso impatto sulle azioni di una società. Ma è interessante notare come una semplice applicazione abbia potuto influenzare il mercato azionario.

In conclusione, l’esempio di ZAO ci ricorda che il mondo dei finanziamenti non è sempre razionale e logico. Anche un’app inutile può portare guadagni significativi se utilizzata nel modo giusto.